Osservatorio Regionale per l'Università e per il Diritto allo studio universitario

Osservatorio Regionale per l'Università e per il Diritto allo studio universitario
Venerdì 3 dicembre 2021

Cerca

Testo
 

02. INTERVENTI PER GLI STUDENTI

02. INTERVENTI PER GLI STUDENTI
Dati statistici e di confronto  
I borsisti in Italia
IDONEI BORSA IDONEI FUORI SEDE IDONEI PENDOLARI IDONEI IN SEDE BORSISTI BORSISTI SU IDONEI IDONEI SU ISCRITTI (*)
BORSISTI SU ISCRITTI (*) IMPORTO MEDIO BORSA IMPORTO BORSA FUORI SEDE IMPORTO BORSA PENDOLARE IMPORTO BORSA IN SEDE SPESA REGIONALE PER BORSE RIEPILOGO

Seleziona Anno Accademico :
(Per la multiselezione tenere premuto il tasto CTRL)



  
Filtro tabella: Anno Accademico=2019/20, 2018/19, 2017/18, 2016/17, 2015/16, 2014/15
 
 

SPESA REGIONALE PER BORSE
  
Regione
  
2014/15
  
2015/16
  
2016/17
  
2017/18
  
2018/19
  
2019/20
  
ABRUZZO € 14.468.787 € 15.841.284 € 18.225.961 € 15.698.125 € 17.664.861 € 16.122.650
BASILICATA € 4.142.175 € 2.631.215 € 4.480.900 € 3.430.600 € 3.801.110 € 3.407.211
CALABRIA € 9.954.492 € 9.030.328 € 16.489.259 € 25.116.038 € 30.184.574 € 34.945.451
CAMPANIA € 25.534.364 € 28.796.190 € 30.139.150 € 39.082.899 € 55.376.437 € 103.882.918
EMILIA ROMAGNA € 57.506.779 € 50.713.711 € 70.884.764 € 61.824.981 € 68.202.008 € 73.742.821
FRIULI VENEZIA GIULIA € 10.787.339 € 15.875.364 € 12.145.582 € 15.966.927 € 18.745.423 € 15.539.277
LAZIO € 41.201.029 € 49.097.525 € 51.629.196 € 60.047.249 € 63.450.142 € 70.826.511
LIGURIA € 8.407.811 € 8.517.252 € 7.703.382 € 8.203.755 € 8.776.039 € 8.325.536
LOMBARDIA € 51.321.532 € 57.197.148 € 54.952.869 € 63.672.960 € 69.434.673 € 75.728.963
MARCHE € 16.057.517 € 16.506.333 € 14.360.163 € 19.758.509 € 21.052.741 € 21.841.128
MOLISE € 2.138.888 € 1.682.852 € 2.099.786 € 2.020.117 € 2.626.727 € 2.350.510
PIEMONTE € 26.813.170 € 30.730.313 € 36.751.465 € 39.813.663 € 40.359.548 € 41.322.217
PROV. BOLZANO € 2.432.811 € 2.661.418 € 2.664.867 € 2.661.520 € 2.702.972 € 2.421.885
PROV. TRENTO € 6.263.143 € 5.886.397 € 5.951.506 € 6.447.088 € 7.272.288 € 7.799.632
PUGLIA € 34.563.231 € 33.884.416 € 44.601.256 € 47.674.798 € 50.231.695 € 57.300.273
SARDEGNA € 12.373.896 € 14.770.695 € 19.555.144 € 16.233.557 € 31.380.400 € 34.102.796
SICILIA € 18.097.061 € 29.195.841 € 32.719.019 € 26.396.312 € 32.719.019 € 33.733.465
TOSCANA € 42.826.680 € 49.102.170 € 40.374.340 € 45.170.385 € 44.789.655 € 44.526.851
UMBRIA € 12.599.732 € 11.188.232 € 14.514.391 € 14.899.546 € 15.303.900 € 15.964.410
VALLE D'AOSTA € 491.000 € 423.050 € 413.900 € 277.000 € 453.611 € 305.000
VENETO € 39.656.873 € 29.560.508 € 28.749.923 € 39.665.024 € 37.937.650 € 43.517.919
ITALIA € 437.638.310 € 463.292.242 € 509.406.823 € 554.061.053 € 623.573.502 € 707.707.423

(*) A partire dal 2012/13 gli iscritti sono rilevati dall'Anagrafe Nazionale degli Studenti - MIUR; non essendo più disponibile il dato sugli iscritti in corso, gli idonei e i borsisti sono rapportati al totale degli iscritti anziché agli iscritti regolari. Pertanto i valori dall’a.a. 2012/13 non sono confrontabili con quelli degli anni precedenti. In ogni caso, il dato sugli iscritti (solo regolari o totali) non comprende gli studenti iscritti a corsi post-laurea e gli iscritti a corsi AFAM.

FONTE: Elaborazione Osservatorio su dati MIUR – Ufficio II, fino all’a.a. 2013/14; Uff. di Statistica MIUR dall’a.a. 2014/15

NOTE
  • L’Uff. di Stat. del MIUR non rileva gli idonei per tipologia di studente in sede, pendolare, fuori sede, per questo il valore non compare in tabella.
  • Gli importi massimi di borsa in sede, pendolare e fuori sede sono sempre rilevati dal MIUR – Ufficio II.
  • I dati delle Province Autonome, dall’a.a. 2009/10, sono rilevati dall’Osservatorio direttamente dall’Opera Universitaria di Trento e dall’Ufficio per il diritto allo studio universitario della Provincia di Bolzano.
  • Per studente idoneo (o avente diritto) si intende lo studente che possiede i requisiti di merito e di condizione economica per accedere alla borsa di studio. Se le risorse finanziarie regionali non sono sufficienti, non tutti gli studenti idonei beneficiano della borsa.
  • Per studente borsista si intende lo studente che possiede i requisiti di merito e di condizione economica per accedere alla borsa di studio e che beneficia della borsa.
  • Lo studente è definito in sede se risiede nel comune sede del corso di studi; pendolare se risiede in un comune diverso da quello sede del corso di studi, ma che può essere raggiunto con i mezzi pubblici in 60 minuti; fuori sede se risiede in un comune diverso da quello sede del corso di studi, che non può essere raggiunto con i mezzi pubblici in 60 minuti, e prende domicilio a titolo oneroso nel comune sede del corso.
  • Per studente iscritto regolare, si intende lo studente iscritto non oltre la durata legale del corso di studi a partire dall'anno di prima immatricolazione; ad esempio, nel caso di iscrizione alla laurea specialistica, lo studente sarà regolare se iscritto non oltre i due anni, calcolati a partire dall'anno in cui si è immatricolato per la prima volta alla laurea specialistica.
  • La spesa regionale per borse di studio, fino al 2013/14 è stata calcolata in modo figurativo, vale a dire moltiplicando gli importi di borsa per il numero di borse di studio erogate; dall’a.a. 2014/15 è rilevata dall’Uff. di Statistica del MIUR presso gli enti regionali di gestione per il DSU.
  • L'importo medio erogato di borsa risulta dal rapporto tra la spesa complessiva sostenuta per borse di studio e il numero totale di borse erogate.
  • Gli importi di borsa indicati in tabella rappresentano gli importi massimi stabiliti dalle Regioni, al lordo delle detrazioni che alcune realtà applicano per vitto e alloggio. L'importo monetario netto ottenuto dagli studenti dipende dal valore monetario delle detrazioni, che varia da ente a ente. All'interno di una stessa regione, talvolta, gli importi di borsa sono di ammontare leggermente differente in base all’organismo di gestione o all’istituto formativo cui lo studente è iscritto. Gli importi al disotto di quelli massimi possono in alcuni casi essere anche decisamente più bassi: ad esempio, nel 2011/12, presso l’Opera universitaria di Trento, l’importo minimo della borsa fuori sede era di 1.200 euro e quello degli studenti in sede di 500 euro. Nella voce Italia sono indicati, invece, gli importi fissati a livello nazionale dal DPCM «Uniformità di trattamento sul diritto agli studi universitari», aggiornati annualmente al tasso di inflazione. Le Regioni non possono stabilire importi di borsa inferiori a questi.
  • Dall’a.a. 2011/12 e per gli studenti immatricolatisi fino all'a.a. 2016/17, l’Opera universitaria di Trento distingue due sole tipologie di borsisti, gli studenti in sede ed i fuori sede. Gli studenti in sede sono quelli che risiedono in un elenco di Comuni specificato nel Bando di concorso; tutti gli altri sono considerati fuori sede purché dimostrino di prendere alloggio a titolo oneroso nel comune sede del corso di studio o in prossimità. Per gli studenti che si sono immatricolati a partire dall'a.a. 2017/18 è stata nuovamente introdotta la tipologia di studente pendolare.