Osservatorio Regionale per l'Università e per il Diritto allo studio universitario

Osservatorio Regionale per l'Università e per il Diritto allo studio universitario
Venerdì 3 dicembre 2021

Cerca

Testo
 

02. INTERVENTI PER GLI STUDENTI

02. INTERVENTI PER GLI STUDENTI
Dati statistici e di confronto  
I borsisti in Italia
IDONEI BORSA IDONEI FUORI SEDE IDONEI PENDOLARI IDONEI IN SEDE BORSISTI BORSISTI SU IDONEI IDONEI SU ISCRITTI (*)
BORSISTI SU ISCRITTI (*) IMPORTO MEDIO BORSA IMPORTO BORSA FUORI SEDE IMPORTO BORSA PENDOLARE IMPORTO BORSA IN SEDE SPESA REGIONALE PER BORSE RIEPILOGO

Seleziona Anno Accademico :


Selezione Dati :


Idonei borsa
Idonei fuori sede
Idonei pendolari
Idonei in sede
Borsisti
Borsisti su idonei
Idonei su iscritti regolari
Borsisti su iscritti regolari
Importo medio borsa
Importo borsa fuori sede
Importo borsa pendolare
Importo borsa in sede
Spesa regionale per borse

  
Filtro tabella: Anno Accademico=2019/20
 
 

RIEPILOGO
  
Regione
  
Idonei alla borsa
  
ABRUZZO5.806
BASILICATA1.295
CALABRIA10.791
CAMPANIA23.339
EMILIA ROMAGNA21.837
FRIULI VENEZIA GIULIA5.501
LAZIO20.915
LIGURIA3.297
LOMBARDIA25.117
MARCHE5.450
MOLISE801
PIEMONTE13.805
PROV. BOLZANO1.288
PROV. TRENTO2.144
PUGLIA18.563
SARDEGNA10.496
SICILIA22.150
TOSCANA14.703
UMBRIA4.512
VALLE D'AOSTA153
VENETO14.184
ITALIA226.147

(*) A partire dal 2012/13 gli iscritti sono rilevati dall'Anagrafe Nazionale degli Studenti - MIUR; non essendo più disponibile il dato sugli iscritti in corso, gli idonei e i borsisti sono rapportati al totale degli iscritti anziché agli iscritti regolari. Pertanto i valori dall’a.a. 2012/13 non sono confrontabili con quelli degli anni precedenti. In ogni caso, il dato sugli iscritti (solo regolari o totali) non comprende gli studenti iscritti a corsi post-laurea e gli iscritti a corsi AFAM.

FONTE: Elaborazione Osservatorio su dati MIUR – Ufficio II, fino all’a.a. 2013/14; Uff. di Statistica MIUR dall’a.a. 2014/15

NOTE
  • L’Uff. di Stat. del MIUR non rileva gli idonei per tipologia di studente in sede, pendolare, fuori sede, per questo il valore non compare in tabella.
  • Gli importi massimi di borsa in sede, pendolare e fuori sede sono sempre rilevati dal MIUR – Ufficio II.
  • I dati delle Province Autonome, dall’a.a. 2009/10, sono rilevati dall’Osservatorio direttamente dall’Opera Universitaria di Trento e dall’Ufficio per il diritto allo studio universitario della Provincia di Bolzano.
  • Per studente idoneo (o avente diritto) si intende lo studente che possiede i requisiti di merito e di condizione economica per accedere alla borsa di studio. Se le risorse finanziarie regionali non sono sufficienti, non tutti gli studenti idonei beneficiano della borsa.
  • Per studente borsista si intende lo studente che possiede i requisiti di merito e di condizione economica per accedere alla borsa di studio e che beneficia della borsa.
  • Lo studente è definito in sede se risiede nel comune sede del corso di studi; pendolare se risiede in un comune diverso da quello sede del corso di studi, ma che può essere raggiunto con i mezzi pubblici in 60 minuti; fuori sede se risiede in un comune diverso da quello sede del corso di studi, che non può essere raggiunto con i mezzi pubblici in 60 minuti, e prende domicilio a titolo oneroso nel comune sede del corso.
  • Per studente iscritto regolare, si intende lo studente iscritto non oltre la durata legale del corso di studi a partire dall'anno di prima immatricolazione; ad esempio, nel caso di iscrizione alla laurea specialistica, lo studente sarà regolare se iscritto non oltre i due anni, calcolati a partire dall'anno in cui si è immatricolato per la prima volta alla laurea specialistica.
  • La spesa regionale per borse di studio, fino al 2013/14 è stata calcolata in modo figurativo, vale a dire moltiplicando gli importi di borsa per il numero di borse di studio erogate; dall’a.a. 2014/15 è rilevata dall’Uff. di Statistica del MIUR presso gli enti regionali di gestione per il DSU.
  • L'importo medio erogato di borsa risulta dal rapporto tra la spesa complessiva sostenuta per borse di studio e il numero totale di borse erogate.
  • Gli importi di borsa indicati in tabella rappresentano gli importi massimi stabiliti dalle Regioni, al lordo delle detrazioni che alcune realtà applicano per vitto e alloggio. L'importo monetario netto ottenuto dagli studenti dipende dal valore monetario delle detrazioni, che varia da ente a ente. All'interno di una stessa regione, talvolta, gli importi di borsa sono di ammontare leggermente differente in base all’organismo di gestione o all’istituto formativo cui lo studente è iscritto. Gli importi al disotto di quelli massimi possono in alcuni casi essere anche decisamente più bassi: ad esempio, nel 2011/12, presso l’Opera universitaria di Trento, l’importo minimo della borsa fuori sede era di 1.200 euro e quello degli studenti in sede di 500 euro. Nella voce Italia sono indicati, invece, gli importi fissati a livello nazionale dal DPCM «Uniformità di trattamento sul diritto agli studi universitari», aggiornati annualmente al tasso di inflazione. Le Regioni non possono stabilire importi di borsa inferiori a questi.
  • Dall’a.a. 2011/12 e per gli studenti immatricolatisi fino all'a.a. 2016/17, l’Opera universitaria di Trento distingue due sole tipologie di borsisti, gli studenti in sede ed i fuori sede. Gli studenti in sede sono quelli che risiedono in un elenco di Comuni specificato nel Bando di concorso; tutti gli altri sono considerati fuori sede purché dimostrino di prendere alloggio a titolo oneroso nel comune sede del corso di studio o in prossimità. Per gli studenti che si sono immatricolati a partire dall'a.a. 2017/18 è stata nuovamente introdotta la tipologia di studente pendolare.