Osservatorio Regionale per l'Università e per il Diritto allo studio universitario

Osservatorio Regionale per l'Università e per il Diritto allo studio universitario
Domenica 18 novembre 2018

Cerca

Testo
 

02. INTERVENTI PER GLI STUDENTI

02. INTERVENTI PER GLI STUDENTI
Università degli Studi di Torino
Esonero dalle tasse universitarie

L'Università degli studi di Torino prevede l'esonero totale dalle tasse e dai contributi universitari per gli studenti:

  • iscritti ad anni successivi al primo beneficiari e idonei delle borse di studio EDISU e i richiedenti borsa EDISU che hanno diritto al solo esonero delle tasse universitarie;
  • con un'invalidità pari o superiore al 66%;
  • cui sia riconosciuto lo status di rifugiato o di protezione sussidiaria;
  • stranieri beneficiari di borse di studio del Governo italiano;
  • iscritti alla Scuola di Studi Superiori e alla Scuola di MD/Phd;
  • inseriti nel progetto AGON o in generale partecipanti a progetti per i quali sia stata stipulata una convenzione che preveda l'esonero.

Sono invece inseriti nella prima fascia contributiva, ovvero non pagano la seconda rata, gli studenti con invalidità riconosciuta compresa tra il 50% e il 65% e gli studenti detenuti presso la casa Circondariale "Le Vallette".

Per maggiori informazioni in merito, si consultino il Regolamento tasse e contributi e questa pagina web dell’Ateneo.

Congelamento della carriera accademica

Gli studenti che dovessero interrompere gli studi per l'anno di svolgimento del servizio militare di leva o del servizio civile, per l'anno di nascita di ciascun figlio (solo studentesse), o a causa di infermità prolungate e certificate, beneficiano dell'esenzione dalle tasse e dai contributi ma sono tenuti al pagamento di un diritto fisso pari a 250 € per ciascun anno di interruzione; in tale periodo non possono effettuare alcun atto di carriera accademica.
Analogamente, gli studenti che ricongiungono la loro carriera dopo un periodo di interruzione di almeno due anni, nel corso del quale non siano stati iscritti, alla ripresa degli studi sono tenuti al pagamento di una tassa di ricognizione pari a 250 € per ciascun anno di interruzione.

Collaborazioni part-time

L'Università ogni anno affida ai propri studenti, tramite bando di concorso, attività di collaborazione da prestare a tempo parziale presso le strutture universitarie, per un ammontare massimo di 200 ore.

Contributi per programmi di mobilità internazionale

Gli studenti iscritti all'Università di Torino possono partecipare a diversi progetti di mobilità. Gli studenti che partecipano al progetto Erasmus+ in paesi Europei ricevono:

  • un contributo mensile dall’UE, il cui importo varia in base al paese di destinazione ed è pari a 230€ oppure a 280€;
  • un contributo mensile finanziato dall’Ateneo, pari a 370/320€ (in base al paese di destinazione) per gli studenti con ISEE<20.000;
  • un contributo mensile finanziato dall’Ateneo, pari a 200€, se l'ISEE è compreso tra 20.000 e 30.000€;
  • inoltre, a tutti gli studenti che vanno in mobilità con il programma Erasmus+ l'Ateneo eroga un contributo premiale una tantum pari a 300€.

Per altre tipologie di mobilità, l'Ateneo prevede finanziamenti ad hoc.

Borse di studio

L’Ateneo bandisce direttamente borse e premi di studio o promuove quelle di enti esterni, pubblici o privati. Le borse di studio sono assegnate per attività ancora da svolgere; i premi di studio sono assegnati per premiare lavori già svolti (ad esempio tesi di laurea).

Altre iniziative